FILETTI DI TRIGLIA MARINATI AL LIME

 

Eh..si, ancora la triglia.
O sono io che, vedo solo questa al banco del pesce
o la triglia è il pesce del "momento".

La trovo sempre già pulita e questo non mi dispiace per niente, anzi.

Questa volta il pescivendolo era molto indaffarato e non sentiva ragioni
alla mia insistenza per averle già pulite e sfilettate.

Allora si è avvicinato con molto garbo e mi ha detto, veda è semplice
e zac zac...in due minuti
mi ha fatto lezione pratica di come si sfiletta la triglia.

Convinta del fatto che, se lo fa lui perchè non dovrei ... almeno provare.
Appena a casa, con tutta la mia "esperienza" data dalla lezione impartita poco prima,
zac e zac...è facile!!!! 

Dunque care amiche:
si prende una triglia la si pulisce dalle sue interiora,
e senza togliere nè la testa, nè la coda con un coltello affilato
si pratica una piccola incisione proprio sotto la testa del pesce
e si procede verso la coda da una parte e poi dall'altra.
Non è difficile è necessario non essere brutali, ma decise !!!!!

 

FILETTI DI TRIGLIA MARINATI AL LIME

Ingredienti per 2 persone:

500 g di triglie
1 lime ed un limone
un mazzetto di melissa ( o finocchietto o prezzemolo )
un piccolo peperone verde
uno scalogno
uno spicchio d'aglio
olio extra vergine d'oliva
sale - quello dolce di Cervia  con il pesce è l' ideale http://www.salinadicervia.it/


Mettete in una scodella il pesce dopo averlo sfilettato, con lo scalogno tritato, il peperone a fettine, e la melissa tagliuzzata, lo spicchio d'aglio, a parte in una ciotola versate il succo di lime, 4 / 5 cucchiai di olio, un pizzico di sale, sbattete con una forchetta per ottenere un'emulsione. Distribuitela sui filetti di triglia, coprite con una pellicola e mettete il tutto in frigorifero a marinare per mezz'ora.

Sgocciolate i filetti dalla marinata ; versate il succo della marinata in una padella antiaderente con lo scalogno, il peperone e alcune fette sottili di limone, cuocete fino ad asciugare la marinata; aggiugete i filetti di triglia cuocete a fiamma vivace non più di un paio di minuti per lato. Togliete dal fuoco, e servite.   

Gnocchi di semola al sugo di pomodoro

 

Abbastanza comuni questi gnocchi di semola, eppure non li avevo mai fatti.
Mi piacciono molto per la loro consistenza un pò tosta, l'idea viene da una rivista con qualche pagina dedicate alle ricette non di quelle specializzate di gastronomia,
ho poi condito con un sugo classico al pomodoro.
Ultimamente sto rivalutando tutti i piatti classici, anche se devo dire che pensavo mentre li condivo...
la prossima volta mi procuro un bel mazzetto di erbe aromatiche miste per guarnire, non solo il prezzemolo.



GNOCCHI DI SEMOLA
CON SUGO AL POMODORO

Ingredienti per 3 / 4 persone:

300 g di semola di grano duro
1,5 dl di acqua
sale

800 / 900 gr di pelati
una cipolla
prezzemolo
un mezzo cucchiaino di zucchero
olio extravergine d'oliva
sale
pepe

parmigiano grattugiato reggiano

per gli gnocchi di semola:  impastare la semola con l'acqua ( non versatela tutta in una volta.. controllate sempre l'impasto  ) un pizzico di sale ed ottenene impastando un composto elastico, morbido. Formate delle sfere ed allungatele con le mani come  per la forma di un grissino un pò ciccione, spressate sopra con le dita e taglliate in obbliquo..così sono di forma i miei gnocchi, passateli man mano sulla spianatoia infarinata.

sugo al pomodoro : tritate la cipolla grossolanamente  e fatela soffriggere 5 minuti in 4 cucchiai di olio extra vergine, unite i pelati lavati privati dei semi e spezzettati e lo zucchero; salate pepate e lasciate cuocere a fuoco basso per 20 minuti, finchè il sugo si sarà leggermente ristretto.

Cuocete gli gnocchi in acqua bollente e salata per 8 / 10 minuti, mettete  il sugo al pomodoro  in una padella larga, scolate con un mestolo forato gli gnocchi e versali nella padella con il sugo, scuotere la padella per condire gli gnocchi;  guarnire con il prezzemolo . Servite accompagnando con parmigiano a piacere.  


Seppie ripiene e quenelle di purè all'aglio

 

Mi sono ispirata alla cucina classica della mia zona, sarà perchè facendo una passeggiata al mare
finalmente tutto ricomincia a prepararsi per la prossima stagione estiva.
E il pesce è l'ingredente principe per le ricette 
qui, per tutta l'estate.

I  chioschi bar, ombrelloni sulla spiaggia stanno uscendo dal letargo invernale.

A proposito di questo ogni volta mi chiedo per quale motivo tutto debba fermarsi,
nella nostra riviera a parte Rimini e poche altre città, quando niente da altre parti si ferma
.
Sono molto polemica con le decisioni che prendono i nostri "governati" di zona , le trovo sempre obsolete ! ;-)



 

Seppie ripiene e purè all'aglio


Ingredienti per 4 persone :


8 seppie intere pulite
8 acciughe sott'olio
prezzemolo
aglio
un bicchiere di pane grattugiato
Olio di oliva
mezzo bicchiere di vino bianco
acqua o brodo mezzo bicchiere


purè all'aglio :
patate
prezzemolo
aglio
sale
burro


Tagliate via i tentacoli delle seppie, se volete potete tritarli e poi aggiungerli nel composto del ripieno, a me piacciono serviti nel piatto assieme alla seppia ripiena.

Tritate l'aglio e il prezzemolo, dividete la quantità in due e mettete a parte  ; poi tritate i capperi e le acciughe finchè non si sono ridotti ad un composto omogeneo, un paio di cucchiaini del composto l'ho messo come salsa nel piatto.

In una piccolo contenitore mettete il pane grattugiato, metà del trito di aglio e prezzemolo e anche il composto di acciughe e capperi, un cucchiaio di olio, un pizzico di sale e pepe, mescolate bene. 

Riempite le seppie con il composto quindi legate il fondo con dello spago da cucina per non fare uscire il ripieno.
Non riempite eccessivamente le seppie per evitare che fuoriesca il composto durante la cottura.

Scaldate l'olio in una padella , mettete il trito d'aglio e prezzemolo rimasto, rosolate a fuoco medio per un paio di minuti, mettete nella padella le seppie ripiene e fatele rosolare molto bene, in tutte le loro parti per 5 minuti mettete anche i tentacoli.

Aggiungete il vino ed alzate la fiamma per farlo evaporare, coprite e lasciate cuocere 15 minuti girando le seppie spesso, aggiungete anche l'acqua calda qualche cucchiaio, poca alla volta.

Passati i 15 minuti, o comunque prima di andare a tavola, mettete le seppie nel forno, tutto anche i tentacoli per 5/10 minuti a 250° funzione grill per colorare la seppia e rendere croccanti i tentacoli.

Servite in tavola le seppie ripiene con un purè di patate al prezzemolo ed aglio, ed un piccolissima quenelle di pasta di capperi e acciughe.


purè all'aglio : pelate e lessate le patate, una volta cotte mettete nello schiacciapatate con una noce di burro, sale, mezzo spicchio d'aglio grattugiato ( solo mezzo, grattugiato  e a crudo....si sente )  e del prezzemolo,  formate delle quenelle....


Fiorellini al burro e Sciroppo di Viole

 

Ecco la ricetta dei questi piccoli biscotti alle viole, è molto semplice.
Con l'augurio di una serena settimana, ciao 

 

Biscottini al burro e sciroppo di viole

ingredienti:

200 g di burro morbido
150 g di farina - quella per dolci è più adatta
80 g di maizena
50 g di zucchero a velo
un cucchiaio di sciroppo di viole
piccole caramelline alla viola
un pizzico di sale

Preriscaldate il forno a 180°. Setacciate in una grande ciotola le farine ed il pizzico di sale, lavorate il burro a pomata, unite lo zucchero poco per volta ed infine lo sciroppo di viole, incorporate poco per volta la farina. Lavorate il composto un pò con le mani; in una ciotola mettete un paio di cucchiai di acqua ed un cucchiaino di sciroppo alle viole, inumiditevi le mani e formate delle piccole palline con il composto. Disponetele sulla placca ricoperta da carta forno, è un composto che sembra sbricciolarsi ..non preoccupatevi, tiene !
Per ultima operazione mettete il fiorellino al centro della pallina , spingete delicatamente, la pallina formerà delle crepe, sono i nostri petali.
Infornate per 12 / 15 minuti controllateli, sono belli di color chiaro, una volta pronti lasciateli nel forno con sportello aperto e fateli raffreddare prima di spostarli dalla placca forno.

Regina della Pace : Messaggio di Medjugorje 25 aprile 2010



Messaggio di Medjugorje
25 Aprile 2010

"Cari figli, in questo tempo quando in modo particolare pregate e chiedete la mia intercessione, vi invito figlioli, pregate perchè attraverso le vostre preghiere possa aiutare quanti più cuori possibili ad aprirsi ai miei messaggi. Pregate per le mie intenzioni. Io sono con voi e intercedo presso mio Figlio per ciascuno di voi. Grazie per aver risposto alla mia chiamata."

Pollo fritto in una impanatura saporita alle spezie

 

Era tanto tempo che volevo preparare il pollo fritto all'americana , croccante all'esterno e morbido umido all'interno;
si ottiene con una particolare e piuttosto lunga procedura.
La doratura croccante si ottiene con la prima fase della cottura, una frittura veloce a fiamma alta su tutti i lati, poi la successiva fase una cottura più lenta a bassa temperatura con la padella coperta, infine per gli ultimi minuti scoprire la padella ritornare ad una temperatura elevata dell'olio.
L'impanatura è profumata da un mix di spezie, .. non proprio all'americana ma piuttosto alla Stefania.confidential.

Non possiamo metterlo tra i cibi più sani questo pollo ma è meraviglioso, penso anche alle scampagnate dei prossimi mesi, nel cesto del pic.nic, prendiamo anche noi, questa bella abitudine dei residenti delle grandi metropoli, una bella giornata è occasione per mettere tutto dentro ad un cesto e nel primo parco portiamo i bimbi e noi all'aria aperta, non è sempre necessario per vivere momenti felici, partire per una vacanza o un week end, facciamolo sotto casa !

 

Pollo fritto in una impanatura alle spezie

Non metto la quantità / dosi delle spezie è molto free ...dipende dai vostri gusti, 
descrivo le fasi per realizzare un pollo delizioso, gustoso...da passeggio !
La fase più importante è la cottura , e la marinatura
 non è davvero piacevole mordere un pezzo di pollo ...non perfettamente cotto, vero ?  

Ingredienti :

fusi di pollo
limone
olio per friggere
sale, potete anche usare un sale condito
sale nero
pepe
aglio
farina
Per le spezie ho pestato al mortaio :
pepe rosa, cardamomo, senape, peperoncino, pimento ed ho aggiunto un cucchiaino di garam masala


Preparate i fusi di pollo, lavateli, conditeli con sale e pepe, infine metteteli in una ciotola spremete il limone, distribuite gli spicchi d'aglio in camicia; coprite e tenete a marinare il più possibile (da 1 ora a ad una notte intera).
Quindi riprendere il pollo, sgocciolarlo dalla marinata, ed asciugatelo.
In una grande padella con coperchio scaldate l'olio, mentre l'olio si scalda mescolate in un sacchetto da feezer le spezie con la farina.
Aggiungete il pollo e mescolare fino a quando non sia ben ricoperto dalla impanatura.
Mettete i fusi di pollo nell'olio, pochi alla volta, senza girali fate cuocere per 5 minuti , girateli continuate per altri 5 minuti, riducete la fiamma coprite il tegame, continuate la cottura per altri 10 / 15 minuti , questo il tempo neccesario per per la dimenzione dei fusi.
Togliete il coperchio, girate i pezzi dopo aver aumentato il calore di nuovo dell'olio, cuocete per pochi minuti ancora. Disponeteli su di un piatto con carta da cucina, sale nero . 



400.000



Una pausa con voi ? molto volentieri.

I miei blog hanno raggiunto le 400.000 visite e come sempre allo scoccare dei 100.000
  faccio un piccolo post.. , un abbraccio ed  grazie sincero.

I biscotti ? sono piccoli fiori di burro con sciroppo di viole
ed una caramella piccolissima sempre alla viola.
La ricetta ? sì certo.. uno dei prossimi giorni !

Stefania

Gamberetti saporiti cotti al forno

 

Oggi un'altra proposta con i gamberetti, ricordate quelli  fritti con patatine  , questa volta in forma più salutista, quasi dietetica. Ho dovuto preparare qualcosa che non mi impegnasse nella cottura, ed ho pensato di fare come per la  teglia di verdure nel forno. 



riso cucinato alla cinese

Non ho fotografato il riso bianco a chicchi lunghi e affusolati che ha accompagnato i gamberetti cucinato in modo semplice ora vi dico  : mia cognata è cinese e lo cucina così, mette in una pentola larga e alta il riso dopo averlo sciaquato, lo ricopre con acqua fredda per due centimetri sopra il riso, accende la fiamma  più piccola, copre con un coperchio e lascia il riso senza mai toccarlo fino all'assorbimento di tutto il liquido. Poi gira la pentola su di una ciotola , scuote per far cadere il riso, si aiuta con una forchetta per staccare il riso che viene con facilità, quello attaccato alla pentola lo butta, è un piccolo strato. Sembra sia quello pieno di amido.

 

gamberetti saporiti cotti al forno

Ingredienti:

gamberetti

cipollotti fresca

pomodorini cigliegino

origano

sale pepe

olio extra vergine

Distribuite gli ingredienti su di una teglia da forno ricoperta con carta forno, condite ed infornate a 200° per 20 minuti, all'ultimo passate sotto il grill e non allontanatevi controllate ;-) . Accompagnate con riso alla cinese scondito, oppure come più vi piace.


CHOCOLATE MUFFINS - BLACKBLACK

 

Un dolce blackblack
si è un attimo imbarazzati di fronte ad un muffin così voglioso,
impossibile negarlo lo si guarda e passano in un attimo tanti pensieri contrapposti.

Il gusto che ho voluto per questo muffin è, quello del cacao amaro.

Gli ingredienti base sono presi da Nigella's book Feast con delle piccole modifiche, 
e anche per  la crema di cioccolato, ho preferito realizzarla senza zucchero 
per esaltare il sapore del cioccolato fondente.


Le rose

Venerdì sera in pizzeria, è passato al tavolo un venditore abusivo di rose .
Rose un poco "vissute".
Il venditore era di un gentilezza e con uno sguardo disarmante.
Nessuno comprava le sue rose, nemmeno le giovani coppie, nessuno. 
Ho messo mano al portafoglio e gli ho chiesto quanto volesse per una rosa,
- un'offerta - mi risponde lui
il taglio più piccolo che avevo era di 10 euro, ma sì..mi sono detta che sarà mai !
e lui.... non finiva mai di mettere rose sul tavolo.
Vi chiedo una cortesia non mandate via chi ha bisogno,
lo so benissimo che non risolviamo il grande
problema ma, forse risolviamo il suo.. e non è poco.
Non rimaniamo indiferrenti di fronte alle persone bisognose.
Vi voglio bene ! 
Le rose sono nelle foto che seguono con i muffin, le guardo e sono felice
sono ancora belle e
la mia cucina è una meraviglia.



muffins al cioccolato

Ingredienti per 12 muffins :

250g di farina
2 cucchiaini di lievito in polvere
mezzo cucchiaino di bicarbonato di soda
2 cucchiai di cacao amaro di migliore qualità
175g di zucchero semolato
250ml di latte
90ml di olio vegetale
1 uovo grande
1 cucchiaino di vaniglia estratto reale
confettini per decorare

Preriscaldare il forno a 200C e riempire un vassoio di muffins da 12 con i pirottini di carta

Mettere gli ingredienti secchi in una grande ciotola e versare tutti gli ingredienti liquidi in un altra ciotola. Mescolare i liquidi e i secchi riunirli assieme e girare per amalgamare, come per una pastella liquida, non molto come un dolce, devono solo essere amalgamati. Versare nei pirottini aiutandosi con due cucchiai, riempirli per la metà. Infornare e cuocere per 20 minuti.

Crema al cioccolato

250 g di cioccolato fondente minimo al 70%
20 g di burro
1 cucchiaio di panna

mettere una ciotola a bagnomaria il burro ed il cacao a pezzi, sciogliere unire la panna, lasciate raffreddare la crema in modo che si addensi prima di metterela sui muffins.


Il pane fatto in casa

 

Ho preparato anch'io il mio pane, era davvero buono non troppo caldo, cotto nel pomeriggio per la sera. Ho acquistao una busta di farina pronta per il pane comune la dose era di 250 g, dentro contiene anche il lievito; ho seguito le istruzioni molto semplici nei passaggi ;  infine invece di realizzare due pani di media misura, come consigliavano, ho fatto dei piccoli panini e dopo essere lievitati - sempre secondo istruzioni -  li ho spennellati d'olio ho distribuito su alcuni sesamo, semi di zucca e sale. Ora lo faccio più spesso con queste farine tutto si semplifica, ed è davvero gustoso il pane in casa. Anche 10 giorni fa ho preparato un pane per poi farne delle  fette biscottate   lo ricordate ? chi mi ferma più..., ◕‿◕



Teglia di verdure al forno

 

Questo contorno vale ...per un post! vero ?
è buonissimo
E non avevo le piccole pannocchie di mais che,
lo rendono molto più bello.
Mi  piace preparare questo contorno, solo l'idea di metterlo in forno e
non dover più curarlo
fino alla sua cottura, lo rende speciale.
Una volta portato in tavola, un "giro" di aceto balsamico, fatto !



Teglia di verdure al forno

Ingredienti :

carotine
scalogni o cipolline
patate meglio se piccole novelle
funghi
piccole pannocchie di mais
olio extra vergine d'oliva
sale
origano in abbondanza
pepe
aceto balsamico
Lavate e preparate le verdure, disponetele in una teglia su carta forno condite con olio, sale pepe, origano e mettete in forno a 220°, per 30 minuti.  

La mia cucina e Cosce di pollo arrosto

 

Oggi non passo solo una ricetta , ma vi presento anche  la mia cucina. Così potete sapere dove mi trovo quando cucino e sapere di più di me. La casa rispecchia chi la abita e questa potete crederci è stata tutta pensata da me..con qualche consiglio certo ma non più di tanto , non perchè non ne avessi bisigno ma perchè quando facevo questo appartamento i soldi scarseggiavano e risparmiavo in tutto !!

 
 

Cosce di pollo arrosto

cosce di pollo

farina
vino bianco
burro chiarificato
aglio
sale e pepe

Infarinare  le cosce di pollo, e metterle  in una padella con il burro chiarificato, farle dorate bene da tutti lati e quando sono belle rosolate versateci sopra un pò di vino bianco, giusto per bagnarle e fatelo evaporare, mettetele da parte tenendole coperte al caldo. Nella stessa padella mettete  un pò di olio aggiungete  una testa d'aglio tagliata a metà ed il rosmarino fate rosolare l'aglio poi unite le cose di pollo, aggiungere un pò di sale e pepe. Da servire calde.



 

Gamberetti fritti e patatine un fish and chips all'italiana .....o meglio a modo mio

 

Cestini di sfolgia con patatine e gamberetti al sesamo fritti 

Un antipasto goloso, da mangiare a piccoli bocconi, aiutandosi con con le mani, goduriso.
Un "preludio" a un pasto domenicale a base di pesce, con ricette rivisitate ed insolite.
L'odore buono, dolce del gamberetto fritto con sesamo ha richiamato l'attenzione ...in cucina !
Un vino fresco bianco è ottimo, anche se, noi abbiamo preferito una birra leggera e gelata, per tutto il pranzo.


Ci serve :

Tutti gli ingredienti sono acquistati dal pronto gastronomia, ne faccio un moderato uso e cerco di servirmene con un'applicazione personale, la cucina è anche fantasia. L' importatnte è che, siano di qualità ed a volte non è così impossibile. Che ne dite, in 10 minuti un antipasto buono e bello, vero ?

1 pasta sfolia pronta rettangolare
2 o 3 gamberetti pre-cotti freschi a cestino
un sacchetto di patatine stick surgelate
sale
semi di sesamo
olio per friggere

Ungete la teglia dei muffins, tagliate sei cerchi dalla pasta sfolgia, e metteti nella teglia a "cestino", distribuite le patatine stick ancora surgelate , saltate e mettete in forno a 220° per 10 minuti, controllate comunque la cottura. Nel frattempo sciaquate i gamberetti sotto l'acqua corrente asciugateli / tamponateli con carta da cucina , passateli nei semi di sesamo e tuffateli in un tegame di abbondate olio bollente, 2 munti e sono pronti, se perdono i semi raccolgieteli dal'olio scolandoli e rimetteteli sui gamberetti caldi, salate. Sfornate i cestini, e mettete su ognuno i gamberetti. Ecco !


Pasta con le alici e Pangrattato aromatizzato con scorza di limone


Dopo una lunga pausa si ritorna al mare, il momento che preferisco è la mattina 
passeggiare sul lungo mare
e nelle piccole vie del borgo, sul canale.
I colori sono tenui e il profumo passeggiando adorabile,
caffè e croissants.

E con pensiero meno romantico ; entrare in pescheria e chiedersi
con tutta l'acqua che cola dai banchi, e anche questa volta,
 le suole delle scarpe s' inzupperanno portandosi dietro l'odore del pesce,
lo penso ogni volta che entro in una pescheria,
non so perchè, ma, è così !!!!  

Questo piatto di pasta lo trovo buonissimo,
il gusto così semplice di mare è sciccosissimo, buon appetito ! 

 

PASTA CON ALICI E PANGRATTATO AL LIMONE
ricetta economica

per due persone servono :

due manciate di alici
un mazzo di prezzemolo
uno spicchio d'aglio fresco
pangrattato
scorza di un limone bi
sale e pepe
olio extra vergine d'oliva

Pulite le alici togliendo le lische e la testa, in un tegame mettete olio e prezzemolo tritato tutto molto abbondante e anche l'aglio tritato finemente. Fate soffriggere avendo cura di toglierlo un attimo pima che l'aglio cambi colore disponete le alici con cura, coprite e togliete dal fuoco. Cuoceranno con il calore dell'olio. sempre in un piccolo tegame antiaderente fare rosolare il pangrattato , non deve scurire perchè diventa amaro, scuotele spesso il tegame, una volta essicato sentite con le dita la consistenza spegnete la fiamma e unite la scorza del limone. Cuocere la pasta condire prima con l'olio e metà della quantità di alici poi con il pangrattatto, impiattare e versare su ogni piatto le alici tenute a parte.














La Piada dei Morti: Ricetta Tipica Emilia-Romagna

La piada dei morti è un dolce tipico della tradizione romagnola, ha questo nome perché le nostre nonne lo preparavano per la festa dei ...